Naturalise, l’ amaca prodotta con materiale vivo

Naturalise, l’ amaca prodotta con materiale vivo

 

L’amaca fin dalla sua scoperta, è stata un complemento dell’arredamento tipico di giardini o terrazzi. Non pensate alle amache di tipo tradizionale, create con una serie di nodi, tessuti robusti o telai. Il modello offerto ed ideato dall’artista spagnola Ainhoa Garmendia, si chiama Naturalise ed è un po’ amaca, un po’ tappeto erboso. Siamo di fronte ad una creatura vivente, dove possiamo rilassarci tranquillamente, come distesi su di un tappeto erboso.

Potersi sdraiare su di un prato è tra le esperienze più rilassanti, attimi che possiamo replicare anche sul terrazzo di casa nostra, grazie ad un’amaca duratura che di fatto è composta da piante. Si tratta di un grido contro la predominante cultura dell’usa e getta, anche se per il momento essa è solo un’installazione artistica perfettamente in grado di sorreggere il corpo di un uomo. Non dovremo più fare delle lunghe uscite, per poter trovare un prato pulito a nostra disposizione.

Naturalise

Dormire in mezzo alla natura

Naturalise è un oggetto di design, che permette di dormire in mezzo al verde, su di un’amaca costruita con piante vere e vive. Essa è stata presentata nella mostra “I See Colours Everywhere” alla Triennale di Milano, in occasione della Moda.

Il tessuto vivo che la compone è nato da piante, materiale principale che è stato utilizzato per la sua realizzazione. Questo prodotto nasce all’interno della filosofia green, che vuole eliminare l’usa e getta, promuovendo l’uso di oggetti più duraturi e riutilizzabili. Si evita in questo modo la produzione di rifiuti, avendo prodotti con una vita tecnica molto lunga.

L’amaca viva Naturalise

L’amaca Naturalise è una creatura vivente che è nata intrecciando arbusti e verde, che necessitano di cure. A dircelo è la stessa artista che l’ha realizzato, dicendo che la nostra cultura è ormai abituata ad avere oggetti che hanno breve durata e che possono essere facilmente sostituiti. Il riciclo è un primo passo, ma la soluzione ai problemi ambientali è non sprecare nulla, riducendo i consumi e la produzione di materiali che si rompono facilmente. L’artista Garmendia ha proseguito dicendo “Stiamo abusando dalle nostre risorse limitate, stiamo inquinando infinitamente il nostro pianeta”. La natura è stata la vera ispiratrice, dato che è in grado d’offrire soluzioni infinite, che possono essere sfruttate, soprattutto per quanto riguarda le piante che hanno caratteristiche strutturali e funzionali ancora da scoprire e usare, soprattutto se mantenute vive.

Composizione dell’amaca

Come abbiamo detto, si tratta di un modello unico, in grado comunque di funzionare. Molti potrebbero essere i materiali utilizzati, ma per mantenere sempre viva l’amaca, si è dovuto fare una scelta. L’artista si è servito del Tillandsia Usneoides, un muschio spagnolo che non ha bisogno di terreno o molta acqua.

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top