Sono i dettagli a fare la differenza – Silvia

24 ottobre 2018

Ho conosciuto Silvia attraverso Instagram, ci siamo scambiate alcuni messaggi per via dei reciproci bimbi ma anche perchè entrambe amiamo il design e ci piace scegliere con cura gli oggetti che ci circondano.

Silvia fa un lavoro bellissimo: disegna pattern e tessuti – se mai dovessi cambiare lavoro, vorrei fare questo nella vita – e recentemente ha co-fondato ILUUT, una startup di abbigliamento sostenibile.

Silvia e Flavio si sono trasferiti nella casa che vi sto mostrando da poco, motivo per cui non tutte le stanze sono ancora complete. Stavano cercando un nuovo appartamento un po’ a tempo perso, ma quando hanno scoperto di aspettare Pietro, il loro bimbo (che ora ha 8 mesi), hanno dovuto accelerare le ricerche e… grazie ad un colpo di fortuna si sono imbattuti in questa casa in zona Navigli. A due settimane dal termine della gravidanza si sono trasferiti con l’aiuto delle loro famiglie, che hanno dato una mano a fare i lavori necessari nel minor tempo possibile.

L’appartamento si trova in una casa popolare della fine degli anni ’30: nella palazzina ci sono degli spazi comuni originali dell’edilizia popolare dell’epoca, come ad esempio i giochi per i bimbi, molto verde, panchine e ampi spazi per bici e di ritrovo. Grazie a una precedente inquilina, architetto olandese, gran parte dell’appartamento era stato ristrutturato secondo uno stile nordico e minimale molto vicino ai gusti di Silvia e Flavio, quindi i lavori sono stati fatti principalmente per recuperare alcuni spazi molto trascurati e che richiedevano manutenzione.

La cucina

Credenza bianca Maisons du Monde, mobili della cucina ristrutturati dai genitori tuttofare di Silvia, lampadario Giardino realizzato a mano da Servomuto

Tavolo di seconda mano, sedie alcune vintage, altre trovate per strada, seggiolone Stokke

Dall’open space si accede al giardino

Quando sono arrivati in questa casa gli unici mobili che hanno trovato erano delle strutture in metallo arrugginito, due dei quali con dei bellissimi piani in marmo. Su disegno di Silvia e con l’aiuto dei suoi genitori tuttofare li hanno trasformati nei loro attuali mobili della cucina – lavabo incluso, e del bagno.

La colonna

Colonna in cemento grezza, in fondo alla quale si trova la libreria

Libreria Kriptonite personalizzata in showroom

Sala e cucina inizialmente erano due stanze separate, la precedente inquilina ha unito gli spazi ed eliminato il corridoio lasciando “scoperte” le colonne portanti, che i nuovi inquilini hanno deciso di lasciare grezze, così come le hanno trovate trovate.

La sala

Mobile TV Maisons du Monde, lampada MADE, tavolino IKEA

Scrivania e portaoggetti IKEA

La sala è sostanzialmente composta da un angolo studio, dalla zona TV e dalla libreria che vi ho mostrato sopra.

Giardino

Tavolo di un falegname, sedie IKEA e Maisons du monde

Evento più unico che raro, questa casa in centro a Milano ha un giardino! Preziosissimo soprattutto per gli inquilini che sono cresciuti in mezzo al verde (Silvia nei boschi fuori Torino, Flavio tra le montagne in Valtellina).

L’arredamento e la struttura della casa sono piuttosto minimali, ma quello che si capisce, osservando gli ambienti, è che ogni oggetto e ogni pianta sono stati scelti con cura e posizionati in modo da fare la differenza. È evidente che ai due (ma dovremmo dire tre) inquilini piace circondarsi di oggetti con un significato e ai quali sono legati dei ricordi di vita e di viaggio. Nel contempo la casa non è stipata, ma è anzi molto fresca e luminosa.

Silvia e Flavio amano la convivialità, lo stare insieme come famiglia e con gli amici, e questo grande spazio aperto e comunicante con il giardino П il loro luogo preferito in cui ritrovarsi e fermarsi per stare bene.

Previous Post Next Post

Magari ti interessa

Leave a Reply